Ecco cosa dicono le letture della Santa Messa di domani,
   XXVII^ Domenica nell’Anno.
   Prima lettura
   ” Questa volta è osso dalle mie ossa, carne dalla mia carne.
   La si chiamerà donna, perchè dall’uomo è stata tolta “.
   Per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre

   e si unirà a sua moglie, e i due saranno un’unica carne. Gen 2,18-24
   

   Vangelo
   Gesù disse loro:
   ” Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma.

    Ma dall’inizio della creazione [ Dio ] li fece maschio e femmina;

    per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie

    e i due diventeranno una carne sola.

    Così non sono più due, ma una sola carne.

    Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto “.
   A casa, i discepoli lo interrogavano di nuovo su questo argomento.

   E disse loro:
   ” Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un’altra,

    commette adulterio verso di lei; e se lei, ripudiato il marito,

    ne sposa un’altro, commette adulterio “. Mc 10,2-16 
   Chi dobbiamo ascoltare gli uomini, o Dio, che parla attraverso le Sacre Scritture?
   don Alessandro Firenze, 4 Ottobre 2015