Prima lettura
   Dal libro della Sapienza.
   ” L’ho amata più della salute e della bellezza, ho preferito

    avere lei piuttosto che la luce, perchè lo splendore

    che viene da lei non tramonta.

    Insieme a lei mi sono venuti tutti i beni; nelle sue mani

    è una ricchezza incalcolabile. Sap 7,7-11

   Seconda lettura
   Dalla lettera agli Ebrei.
   ” Non vi è creatura che possa nascondersi davanti a Dio,

    ma tutto è nudo e scoperto agli occhi di colui al quale

    noi dobbiamo rendere conto “. Eb 4,12-13

   Vangelo
  Dal Vangelo secondo Marco.
   ” Maestro buono, che cosa devo fare per avere in eredità

     la vita eterna? “.
   Tu conosci i comandamenti:……..
   Maestro tutte queste cose le ho osservate fin dalla mia giovinezza”.

   Allora Gesù fissò lo sguardo su di lui, lo amò e gli disse:

   ” Una cosa sola ti manca: va’, vendi quello che hai e dallo ai poveri,

    e avrai un tesoro in cielo; e vieni! Seguimi! “.
  Ma a queste parole egli si fece scuro in volto e se ne andò rattristato;

  possedeva infatti molti beni. Mc 10,17-30
  Nel vivere queste tre letture, occorrono: RADICALITA’, DETERMINAZIONE, CORAGGIO,

 

  NON AVER PAURA DI NULLA e DI NESSUNO!
  don Alessandro Firenze, 11 Ottobre 2015