Pregherei di rileggere l’e-mail che vi ho inviato l’11 Ottobre,

      intitolata “Buona giornata a tutti”.
     Alla domanda seria che vi ho fatto: 

   

    “Secondo voi chi sono le persone sensibili
   agli altri, le persone umili, semplici, che NON vanno sui “quotidiani”, 
   le persone mature, equilibrate, che preferiscono gli altri a sé?
   Datemi voi una risposta, saggia, vera e concreta!

    Cosa dite voi, che tra le persone scelte da me come collaboratrici per migliorare questo mondo attuale,

    pochissime mi rispondono?

     Mi domando: leggono i giornali? Vedono la tv?

     Come possono rimanere indifferenti a tutto quello che sta accadendo oggi, 

     nella Chiesa e nel mondo?

     Ma non hanno dentro un fuoco che li brucia e li spinge ad agire?

     Ecco cosa dice Gesù:

     “Figli, quanto è difficile entrare nel Regno di Dio!

      E’ più facile che un cammello passi per la cruna di un ago,

      che un ricco entri nel regno di Dio.”
     Essi ancora più stupiti dicevano tra loro:

    “E chi può essere salvato?”
    Ma Gesù, gurdandoli in faccia, disse:

    “Impossibile agli uomini, ma non a Dio!

    Perchè tutto è possibile a Dio.” Mc 10, 17-30

     Non è un rimprovero, quello che ho scritto, ma è un incoraggiamento reciproco a fare

   quello che Gesù ci suggerisce.

      don Alessandro Firenze, 11 Ottobre 2015

Annunci