Il Profeta Malachia dice:
     Un’altra cosa fate ancora; voi coprite di lacrime, 

     di pianti e di sospiri l’altare del Signore, perchè egli non guarda all’offerta.

     né la gradisce con benevolenza dalle vostre mani.
   E chiedete: Perchè? Perchè il Signore è testimone fra te e la donna

   della tua giovinezza, che ora perfidamente tradisci, mentr’essa

   è la tua consorte, la donna legata a te da un patto.
     Non fece egli un’essere solo dotato di carne e soffio vitale?

   Che cosa cerca quest’unico essere, se non prole da parte di Dio?

   Custodite dunque il vostro soffio vitale e nessuno tradisca la donna

   della sua giovinezza. Perchè io detesto il ripudio, dice il Signore Dio d’Israele,

   e chi copre d’iniquità la propria veste, dice il Signore degli eserciti.
   Custodite la vostra vita dunque e non vogliate agire con perfidia. Malachia, 2,13-16
   Come sono attuali queste parole del Profeta; scritte nella seconda metà del V secolo a.C.
   don Alessandro Firenze, 17 Ottobre 2015

Annunci