Vi sembrerà strano questo OGGETTO!
   Ieri, verso le 12, sono stato portato al Pronto Soccorso dell’Ospedale S. Maria Nuova.
   Dopo vari “accertamenti”, hanno riscontrato un CUORE, stanco e afficato.
   Il Medico, prima di dimettermi, mi ha detto: Padre riduca il suo lavoro.
   OBBEDIRO’ subito!
   Ma mi son detto: don Alessandro, Tu, non sei, Né SANO; Né MALATO!”.
   Sii Te stesso; certamente terrò conto del Consiglio del Medico.
   Perchè ho scritto questo?
   Per aiutarvi, se per caso vi trovaste nelle mie condizioni.
    Tempo fa’, scrissi questa frase:

         VIVI, ciò che pensi,

          ciò che scrivi, ciò che dici”.
  
  don Alessandro Firenze, 24 Ottobre 2015

Annunci