Quando fu vicino, il re chiamò Daniele con voce mesta:
   “Daniele, servo del Dio vivente, il tuo Dio che tu servi con perseveranza
   ti ha potuto salvare dai leoni?”. Daniele rispose:
   “O re, vivi in eterno! Il mio Dio ha mandato il suo angelo
   che ha chiuso le fauci dei leoni ed essi non mi hanno fatto alcun male,
   perchè sono stato trovato innocente davanti a lui;
   ma neppure contro di te, o re, ho commesso alcun male”. Dn 6,12-28
   Il re Dario, pur non appartenendo alla religione di Daniele, CREDE al Dio di Daniele.
   La “potenza dell’esempio”. 
   Anche noi, cerchiamo di dare ESEMPIO a tutti; allora CREDERANNO!
   don Alessandro Firenze, 26 Novembre 2015
   

Annunci