BUON NATALE, e BUON ANNO 2016!
                                                            Ecco i miei personali Auguri, per VOI, CARISSIMI AMICI.  
                                      “NATALE: L’abbraccio di DIO!”.                                                                                        

” ANNO 2016: CONVERSIONE!”.  

                                                

                                                                          La conversione e l’unità nella Chiesa Cattolica:

                                                           unità tra i fedeli,

                                                           i fedeli con i Parroci, 

                                                           i Parroci tra loro,

                                                          i Parroci con i Vescovi,

                                                          i Vescovi tra loro,

                                                          i Vescovi con il Papa

                                                      …se si realizzasse questo, l’Anno Santo della Misericordia, 

                                                       avrebbe raggiunto il suo scopo.

                                                      (confronta capitolo 17 del Vangelo di Giovanni)
                                                                                                        

                                                                        Sai, Gesù, ho sperimentato, che se uno ti ama molto, le persone vengono a

                                                          chiederti di aiutarle per venire da Te!

                                                         “Tutti hanno bisogno di Te, Te SOLO”.

    Quando hanno TE, hanno TUTTO!

   Chi è l’uomo realizzato? E’ colui che compie la volontà di Dio

   I Sacerdoti e i Vescovi, NON si devono etichettare, ma sono

   gli Uomini di Dio, che lavorano per Dio.

   Dio, conoscendo le loro “attitudini” e i bisogni particolari,

   sarà Lui ad indicare ciò che devono fare nello “specifico”.

   Altrimenti, seguiamo i “nostri sentimenti” e,

   NON saremo MAI soddisfatti.

   In quel tempo, Gesù disse:

   “Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi,

   e io vi darò ristoro.

   Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me,

   che sono mite ed umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita.

   Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero”. Mt 11,28-30

   Ma quanto ci ama Gesù!

   Ce lo mostra in mille modi!

  don Alessandro Firenze, 10 Dicembe 2015

Advertisements