Le istituzioni dove sono, e’ morta una bambina di appena tre anni, probabilmente da percosse subite da un adulto. Viveva in condizioni a dir poco disumane, in una casa che non si può definire tale. Assistenti sociali, forze dell’ordine, politici, sindaci, popolazione,e a tutte quelle persone che vivono nel paese della bambina. Non è possibile che nessuno abbia notato questa casa fatiscente in cui viveva la bambina con la madre e il compagno di quest’ultima che è accusato di avere ucciso la bambina. Il problema è che siamo sempre più egoisti, pensiamo solo a star bene noi e non conosciamo più la parola altruista.