Santa Messa di oggi, 20 Maggio 2016.
   Dalla lettera di san Giacomo apostolo.
   Avete udito parlare della pazienza di Giobbe e conoscete la sorte finale
   che gli riserbò il Signore, perchè il Signore è ricco di misericordia e di compassione.
   Soprattutto, fratelli miei, non giurate né per il cielo, né per la terra e
   non fate alcun altro giuramento.
   Ma il vostro “sì” sia sì, e il vostro “no” no, per non incorrere nella condanna. Gc 5,9-12

   Dal Vangelo secondo Marco.
     Gesù rispose loro:
   “Che cosa vi ha ordinato Mosè?”. Dissero: “Mosè ha permesso di scrivere
   un atto di ripudio e di ripudiarla”. Gesù disse loro:
   “Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma.
   Ma dall’inizio della creazione [Dio] li fece maschio e femmina;
   per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie
   e i due diventeranno una carne sola. Così non sono più due,
   ma una sola carne. Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto”. Mc 10,1-12

   E’ molto chiaro e preciso il pensiero di Gesù, su questo argomento.
   E’ forse questa la “mentalità” comune della gente?

   don Alessandro Firenze, 20 Maggio 2016