Santa Messa del giorno 28 Maggio 2016.
   Dalla lettera di san Giuda apostolo.
   Siate misericordiosi verso quelli che sono indecisi e salvateli
   strappandoli dal fuoco; di altri infine abbiate compassione con timore,
   stando lontani perfino dai vestiti, contaminati dal loro corpo.
   A colui che può preservarvi da ogni caduta e farvi comparire davanti 
   alla sua gloria senza difetti e colmi di gioia, all’unico Dio, nostro salvatore,
   per mezzo di Gesù Cristo nostro Signore, gloria, maestà, forza e potenza 
   prima di ogni tempo, ora e sempre. Amen. Gd 17,20-25

   Dal Vangelo secondo Marco
     In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli andarono di nuovo a Gerusalemme.
   E, mentre egli camminava nel tempio, vennero da lui i capi dei sacerdoti,
   gli scribi e gli anziani e gli dissero:
   “Con quale autorità fai queste cose? O chi ti ha dato l’autorità di farle?”. 

   Ma Gesù disse loro:
   “Vi farò una sola domanda. Se mi rispondete, vi dirò con quale autorità faccio questo.
   Il battesimo di Giovanni veniva dal cielo o dagli uomini? Rispondetemi”.
   Rispondendo a Gesù dissero:
   “Non lo sappiamo”. E Gesù disse loro:
   “Neanche io vi dico con quale autorità faccio queste cose”. Mc 11,27-33
   Questo è il vero “STILE di GESU’!”.
   TUTTI NOI siamo lontanissimi, nell’assomigliare un pochino a Gesù!

   don Alessandro Firenze, 28 Maggio 2016

   

Advertisements