Questa mattina, una persona straniera parte per Roma alle ore 8:30 per fare il rinnovo del passaporto alla sua Ambasciata. Arrivata a Termini trova una gran confusione; lunghissime file alla fermata dei taxi, lunghe file di gente al Punto di Informazione.

Il motivo era lo sciopero dell’ATAC che durava fino alle 12:30. Gli autisti dicevano che forse, finchè si ripristina
il servizio, si farà ancora più tardi; dunque tutti si dovevano arrangiare prendendo i pochi autubus che circolavano.
  La suddetta, per andare alla sua Ambasciata, dovette andare a piedi, perchè l’autobus, l’ha lasciata lontano.
   Mentre al ritorno, dall’Ambasciata alla Stazione Termini, l’ha dovuta fare a piedi.
   Questo scritto lo mandiamo a tutti gli amici, non per denigrare, Roma o L’Italia,
   ma per presentare uno “spaccato”, di vita, quando in una città, c’è lo sciopero dei mezzi pubblici.

   don Alessandro Firenze, 31 Maggio 2016

Advertisements