Oggi, 20 Giugno 2016, le due letture della Santa Messa di oggi,
    ci ricordano che Dio punisce chi non osserva la sua legge;
    e che non dobbiamo giudicare.

   Dal secondo libro dei Re.
   ” Ma essi non ascoltarono, anzi resero dura la loro cervice,
   come quella dei loro padri, i quali non avevano creduto al Signore, loro Dio.
   Rigettarono le sue leggi e la sua alleanza, che aveva concluso con i loro padri,
   e le istruzioni che aveva dato loro. 

   Il Signore si adirò molto contro Israele e lo allontanò dal suo volto
   e non rimase che la sola tribù di Giuda “. 2Re 17,15a.18

   Dal Vangelo secondo Matteo
     In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
   ” Non giudicate, per non essere giudicati; perchè con il giudizio
   con il quale giudicate sarete giudicati voi e con la misura con la quale misurate
   sarà misurato a voi “. Mt 7,1-5
    Conosciamo bene la differenza tra GIUDICARE e CONSTATARE!
    VOI TUTTI, che leggete, SCOMMETTETE, sui, GIOVANI.
    SONO RICCHISSIMI nelle loro ANIME!

    don Alessandro Firenze, 20 Giugno 2016