31 luglio 2016. XVIII Domenica del Tempo Ordinario
Gesù ti chiama a lasciare la tua impronta nella vita, un’impronta che segni la tua storia e la storia di tanti. Papa Francesco, Tweet del 30 luglio 2016
Quale impronta stiamo lasciando? Pensiamo, per esempio, a ieri. Cosa abbiamo lasciato dietro di noi? Nervosismo? Cattiveria? Giudizio? Divisione? Siamo stati pesanti con gli altri? Indifferenti? Abbiamo lasciato che niente cambiasse perché non siamo intervenuti nel mondo che ci circonda?
Se questo è il nostro bilancio, chiediamo a Dio che ci aiuti a cambiare, che ci dia il suo cuore per amare come ha fatto Lui e lasciare dietro di noi un’impronta per cui vale la pena essere ricordati.
Ma spero proprio che guardandoci indietro possiamo vedere una scia di comunione, di bontà, di pace. Forse abbiamo creato qualcosa di buono, riportando unità, ricucendo gli strappi, sanando le ferite, facendo sentire le persone amate. E allora dobbiamo ringraziare il Signore e chiedergli di darci la forza di vivere anche questo giorno lasciando un’impronta di bontà, di misericordia, di familiarità nel mondo, anche solo in quello piccolo che ci circonda da vicino.
Buona domenica a tutti
 

    Francesca e don Alessandro

Advertisements