Santa Messa di Venerdi 26 Agosto 2016.
   Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi.
    Fratelli, Cristo non mi ha mandato a battezzare,
   ma ad annunciare il Vangelo, non con sapienza di parola,
   perchè non venga resa vana la croce di Cristo. 1Cor 1,17-25
   Dal Vangelo secondo Matteo.
     In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola:
   ” Il regno dei cieli è simile a dieci vergini che presero le loro lampade
   e uscirono incontro allo sposo.
   A mezzanotte si alzò un grido:
   ” Ecco lo sposo! Andategli incontro! “. Allora tutte quelle vergini
   si destarono e prepararono le loro lampade.
   Ora, mentre quelle andavano a comprare l’olio, arrivò lo sposo
   e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa.
   Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire:
   ” Signore, signore, aprici! “. Ma egli rispose:
   ” In verità io vi dico: non vi conosco “.
   Vegliate dunque, perchè non sapete né il giorno né l’ora “. Mt 25,1-13
     Grazie, Gesù, tu apri i tesori del tuo amabilissimo Cuore.

   don Alessandro Firenze, 26 Agosto 2016

   

Advertisements