19 ottobre 2016. Mercoledì della XXIX Settimana del Tempo Ordinario.
Serenità è farsi portare dal Signore. San Giovanni Paolo II
Abbiamo tante preoccupazioni, molte cose ci angosciano, ci toccano nel profondo e ci sconvolgono. Basta rendersi conto della sofferenza, anche solo di quella degli altri per sentirla su di noi e faticare a portarne il peso. La nostra sensibilità ci rende vulnerabili e ci spaventa.
Ma se crediamo in Dio, se ci facciamo prendere in braccio da Lui, possiamo affrontare tutto e ritrovare la serenità perduta. Non è una questione di distacco, anzi tutt’altro. In Dio tutta la sofferenza del mondo è presente e stare con Lui significa anche prenderne parte, sentirla maggiormente su di noi. Ma significa anche non portarla da soli perché Dio ci accompagna, anzi, ci porta in braccio e con Lui possiamo affrontare tutto.
Oggi vi invito a lasciare che il Signore vi prenda in braccio e vi coccoli un po’. Lasciate che Lui vi tenga fra le braccia e godete un po’ della sua presenza. Ditegli spesso, oggi: Portami tu, Signore, voglio stare con te.
Buona giornata

   Francesca e don Alessandro