Letture del giorno 8 Novembre 2016.
   Dalla lettera di san Paolo apostolo a Tito.
   Egli ha dato se stesso per noi, per riscattarci da ogni iniquità e
   formare per sé un popolo puro che gli appartenga, pieno di zelo
   per le opere buone. Tt 2,1-8,11-14

   Dal Vangelo secondo Luca.
   In quel tempo, Gesù disse:
   ” Chi di voi, se ha un servo ad arare o a pascolare il gregge, gli dirà,
   quando rientra dal campo: “Vieni subito e mettiti a tavola”?.
   Così anche voi, quando avrete fatto tutto quello che vi è stato ordinato,
   dite: ” Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare “. Lc 17,7-10

   NON stanchiamoci MAI, di ripetere:

   ” VIVIAMO, ciò che PAOLO e GESU’, ci dicono !”.

   don Alessandro Firenze, 8 Novembre 2016