Santa Messa del giorno 19 Dicembre 2016.
   Dal libro dei Giudici.
     ” Ecco, tu concepirai e partorirai un figlio; ora non bere vino né bevanda inebriante
   e non mangiare nulla d’impuro, perchè il fanciullo sarà un nazìreo di Dio dal seno materno
   fino al giorno della sua morte “. E la donna partorì un figlio che chiamò Sansone.
   Il bambino crebbe e il Signore lo benedisse. Lo spirito del Signore cominciò
   ad agire su di lui. Gdc 13,2-7.24-25a
   Dal Vangelo secondo Luca.
     Al tempo di Erode, re della Giudea, vi era un sacerdote di nome Zaccaria, 
   della classe di Abìa, che aveva in moglie una discendente di Aronne, di nome Elisabetta.
   Ambedue erano giusti davanti a Dio e osservavano irreprensibili tutte le leggi
   e le prescrizioni del Signore. Essi non avevano figli, perchè Elisabetta era sterile
   e tutti e due erano avanti negli anni.
   Ma l’angelo gli disse: ” non temere, Zaccaria, la tua preghiera è stata esaudita
   e tua moglie Elisabetta ti darà un figlio, e tu lo chiamerai Giovanni.
   Egli sarà grande davanti al Signore; non berrà vino né bevande inebrianti
   sarà colmato di Spirito Santo fin dal seno di sua madre e ricondurrà molti figli d’Israele
   al Signore loro Dio. Lc 1,5-25

   ” NULLA E’ IMPOSSIBILE A DIO!!!

   don Alessandro Firenze, 19 Dicembre 2016

   
   

Annunci